lunedì 27 aprile 2015

Scuola calcio in festa tra freddo e sorrisi

Grande vittoria dei genitori, fratelli e nonni, dei piccoli calciatori della scuola calcio classe 2007/2008 che hanno lottato duramente contro le intemperie che gli sono state regalate sabato pomeriggio sul campo di Solbiate Olona durante il torneo famiglia Rosio categoria piccoli amici organizzato dalla F.I.G.C. iniziato alle 16,30 e terminato alle 20,00. Durante la prima partita disputata, sugli spalti una “sottile brezza primaverile” ha fatto da cornice agli ultrà della VG che hanno incoraggiato e sostenuto i loro piccoli campioni nonostante la giornata decisamente negativa a livello calcistico.

Pulcini 2005: Cantello- Varese Giovanile 0:4 (0-1) (0-3) (0-1)


Dopo il pareggio contro il Varese 1910 di sabato scorso, i pulcini 2005 sono tornati alla vittoria sul campo del Cantello. Tutti e tre i tempi sono stati dominati dalla VG, che ha sviluppato un buon gioco di squadra arrivando alla conclusione in porta attraverso una coordinazione di azioni perfette tra la difesa e l'attacco.

sabato 25 aprile 2015

mercoledì 22 aprile 2015

Belle storie: come, quando, dove e perchè


Alcune (belle) storie non sai mai se siano appena iniziate o stiano finendo. Meglio allora - di fronte al dubbio - scegliere di sezionarle in capitoli per poterle interrompere, riaprirle, chiuderle o tenerle in vita come quelle infinite serie di telenovele degli anni ottanta. Quando mi è stato chiesto di cominciare a seguire un gruppo di ragazzini del 2003, stava per finire l'estate del 2012 che si sarebbe portata via con sé il caldo torrido ed il nostro caro Dino, al quale avevamo dato un ultimo saluto il 14 Agosto. Dodici ragazzini di nemmeno dieci anni in allenamento è quanto di meglio potessi desiderare dopo il travagliato biennio con la generazione 2001 concluso con qualche lacrima di rimpianto per ciò che avrebbe potuto essere e non è stato. Protagonisti negativi - tanto per mantenere viva la percentuale - genitori di ragazzi (calcisticamente scarsi) che dopo due mesi della stagione 2012-2013 avevano già scelto di proporre ai propri fenomeni, più consoni giochi di società  e lunghi pomeriggi di divano, patatine e playstation.

Esordienti 2003: varese Giovanile - Valceresio 2:4 (2:2) (0:1) (0:1)


Penultima partita di campionato, ultima in casa, per la Varese Giovanile che ha chiuso un ciclo di tre sconfitte interne consecutive con una prestazione discreta, ma in linea con quelle precedenti in tema di sviluppo della gara. In sede di presentazione, Varese Giovanile e Valceresio avrebbero potuto rappresentare le due forze dominanti di questo girone, ma per motivi differenti non hanno saputo tenere il passo della capolista Torino Club. Naufragio totale per la VG; un paio di battute d'arresto casuali per la Valceresio. Le due squadre si presentano con moduli differenti: la VG parte con il solito 2-4-2, mentre la Valceresio inizia con il 2-1-4-1 per poi passare immediatamente al 3-4-1 dopo aver subito due reti in cinque minuti. La VG parte benissimo e dopo un minuto Digennaro si trova tutto solo davanti al portiere avversario che chiude bene lo specchio.

domenica 19 aprile 2015

Esordienti 2003: Varese Giovanile - Verbano 6:1


Bella vittoria e gioco discreto per i ragazzi di Carmeni che sabato pomeriggio hanno sconfitto il primo caldo primaverile ed il Verbano grazie ad una prestazione di squadra finalmente accettabile. Il risultato non lascia alcun dubbio sulla superiorità dei ragazzi di casa che sono andati in rete con Matteo Andreotti (3), Francesco Mazzamuto (2) e Daniel Sefah (1). Per Matteo si è trattato del 18esimo goal ufficiale stagionale, per Francesco del settimo e per Daniel 8che ha iniziato a giocare a calcio da pochi mesi) del quinto.

giovedì 16 aprile 2015

Esordienti 2003: Varese Giovanile - Varese 1910 1:3

 
Titoli di coda sugli stimoli della Varese Giovanile di finire sul podio del campionato primaverile ? Probabilmente si. Il risultato del posticipo giocato nel tardo pomeriggio di ieri con il Varese 1910 lascia pochi dubbi sulla “malattia” che ha colpito la squadra in questi mesi. Una squadra che dall’inizio del torneo ha giocato alla pari con tutte le altre ma che continua ad avere percentuali inferiori alla media in proporzione tra occasioni create e reti segnate. La colpa – a scanso di equivoci – non è da attribuirsi ai singoli ragazzi, ma probabilmente alla mentalità che l’allenatore non riesce a cambiare in proporzione al cambio del livello di gioco. Probabilmente si anche perché la proporzione fra tiri delle squadre avversarie e reti subite risulta statisticamente eccessivamente alta. E anche in questo caso, la colpa è più dell’allenatore che non dei ragazzi. In una partita sostanzialmente equilibrata e prevedibilmente dominata nel possesso palla dalla più tecnica squadra di Claudio Calandrino, la VG ha fatto il proprio dovere ed a tratti anche bene.